Alimenti da mangiare che influenzano i livelli ormonali nelle donne

Candy e Dolci

I livelli ormonali nelle donne svolgono un ruolo chiave in molti processi biologici. Gli ormoni sessuali come estrogeni e progesterone controllano la crescita del seno, l’ovulazione, la mestruazione e la gravidanza, mentre altri ormoni come l’insulina controllano la salute continua di altri tessuti. I cibi che una donna mangia possono influenzare la salute generale del suo corpo e consumare determinati alimenti possono influenzare i livelli ormonali del suo corpo.

Prodotti di soia

Alcuni alimenti, come quelli contenenti zuccheri concentrati, possono influenzare i livelli degli ormoni metabolici nelle donne. Le caramelle e altri dolci tendono ad avere livelli elevati di saccarosio, o di zucchero da tavola. Una volta ingerito, questo zucchero viene assorbito nel flusso sanguigno, innescando il rilascio dell’insulina dal pancreas. Di conseguenza, le donne che mangiano caramelle o dolci su base regolare sviluppano livelli insolitamente elevati di insulina nel loro sangue, portando alla sensibilità all’insulina — una diminuzione dell’efficacia dell’insulina nel corpo — e anche il diabete. La Vanderbilt University consiglia di mangiare alimenti che sono inferiori all’indice glicemico, come verdure o cereali integrali, per aiutare a ripristinare l’insulina ai livelli normali. L’indice glicemico è una misura di come gli alimenti influenzino i livelli di zucchero nel sangue.

broccoli

I prodotti di soia, come il tofu, il soymilk o il tempeh, possono anche influenzare gli ormoni nel corpo di una donna. I semi di soia contengono elevati livelli di sostanze chimiche chiamate isoflavoni, che sono simili all’estrogeno umano, spiega l’istituto Linus Pauling presso l’Oregon State University. I prodotti di soia possono influenzare i livelli ormonali percepiti mimando l’estrogeno nel corpo, in modo che i tessuti all’interno del corpo percepiscano un livello più elevato di estrogeni nel sangue che in realtà è presente. L’aumento dell’estrogeno percepito può quindi influenzare i livelli di altri ormoni nel corpo, come il progesterone. Sebbene la moderata assunzione di prodotti di soia sia generalmente sicura, nessun studio scientifico finora ha indagato sulla sicurezza a lungo termine dell’elevato consumo di isoflavone.

Se consumato in quantità molto elevate, il broccolo contiene composti che possono influenzare i livelli ormonali nelle donne. L’istituto di Linus Pauling indica che il broccolo è alto in composti chiamati glucosinolati — sostanze chimiche che aiutano con il metabolismo e l’elaborazione di altre molecole nelle cellule. In particolare, i glucosinolati svolgono un ruolo nella conversione di una forma di estrogeno in una forma più attiva chiamata 16aOHE1. Di conseguenza, le donne che consumano grandi quantità di glucosinolati dal broccolo possono verificarsi un cambiamento nei livelli di estrogeni e segnalazione di estrogeni nei loro corpi. Per ricevere i benefici nutrizionali del broccolo senza sovraccaricare le sostanze chimiche che interessano estrogeni, l’Istituto Linus Pauling raccomanda circa cinque servi di broccoli o verdure connesse, come il cavolo o il cavolfiore, a settimana.