Fattori che causano l’alcolismo

Panoramica

L’Istituto nazionale di abuso di alcol e alcolismo (NIAAA) riferisce che l’alcolismo è una malattia che comprende quattro sintomi: craving, perdita di controllo, dipendenza fisica e un’alta tolleranza agli effetti dell’alcol. L’alcolismo è una malattia cronica, il che significa che gli effetti sono di lunga durata e non possono essere curati semplicemente come altre malattie. Anche se non esiste una causa diretta e definitiva, la ricerca recente ha individuato alcuni fattori che contribuiscono all’alcoolismo.

Fattori genetici

Il NIAAA riferisce che alcuni geni possono svolgere un ruolo nel causare una persona a diventare alcolizzato. I generi sono passati da genitore a figlio. Molto allo stesso modo le altre malattie hanno una componente genetica, anche l’alcolismo sembra seguire questo modello. Se un padre, uno zio o una nonna, ad esempio, è un alcolista, c’è una possibilità molto più grande che la persona stessa diventi alcolica. Tuttavia, non vi è alcuna prova che avere un tipo di gene provoca l’alcolismo. Inoltre, se una persona ha un familiare con l’alcolismo, non significa che quella persona sarà sicuramente un alcolizzato. Il NIAAA riferisce che anche se avere un familiare con l’alcolismo aumenta il rischio di una persona di diventare un alcolista stesso, “il rischio non è destino”.

Fattori sociali

Ci sono diversi fattori sociali che possono predisporre una persona a sviluppare l’alcolismo, secondo la Mayo Clinic. I media spesso proiettano un’immagine di bere in eccesso come avere poca o nessuna conseguenza. Inoltre, il consumo di alcol può essere più diffuso in alcuni gruppi di persone. Ad esempio, gli studenti universitari sono un gruppo di persone che hanno un uso più elevato dell’alcool. Una task force creata dall’Istituto Nazionale di abuso di alcol e di alcolismo ha pubblicato informazioni sul bere da college. Gli studenti universitari avevano significativamente maggiori probabilità di impegnarsi in binge drinking rispetto ai loro coetanei non universitari. L’abuso di alcolici a lungo termine è anche un altro fattore di rischio per lo sviluppo dell’alcolismo.

Fattori psicologici

Secondo la Mayo Clinic, alcuni fattori psicologici possono contribuire allo sviluppo dell’alcolismo. Questi fattori includono: livelli elevati di stress e / o ansia, dolore emotivo, bassa autostima e depressione. Bere in queste circostanze è spesso chiamato “self-medicating”, perché la persona sta abusando di alcool per “trattare” uno o più problemi emotivi e / o psicologici. Avere questi problemi psicologici rende una persona più probabile di diventare un alcolizzato, ma non significa necessariamente che la persona sarà sicuramente diventata un alcolizzato.