Buoni cibi da mangiare per arterie bloccate

Panoramica

Le arterie bloccate derivano da alti livelli di colesterolo e grassi saturi, che producono placca che aderisce alle pareti dell’arteria e impedisce che il sangue ossigenato raggiunga il resto del corpo. Abbassare il colesterolo e il grasso saturo possono ridurre il rischio di malattie dell’arteria coronaria, attacchi cardiaci e altre circostanze cardiache come la respirazione corporea, vertigini e battiti cardiaci irregolari. Alcuni alimenti possono aiutare a ridurre il colesterolo nel sangue.

Pesce

I pesci grassi dell’acqua fredda come i salmoni, lo sgombro, le sardine, l’aringa, la trota di lago, l’ippoglosso e il tonno albacore sono grandi fonti di acidi grassi omega-3, grassi sani che possono ridurre la pressione sanguigna e il rischio di coaguli di sangue, Attacco cardiaco e morte improvvisa da arterie intasate. Cuocere o grigliare i pesci ed evitare di aggiungere grassi non salutari, come grassi trans o oli vegetali idrogenati come la margarina o l’accorciamento. I grassi trans sono presenti anche negli alimenti veloci e negli alimenti trasformati, come le salse di insalata, i pani, le torte, i biscotti e gli alimenti congelati. La ricerca pubblicata in “Circolazione” nel 2004 conclude che il consumo di pesce riduce la malattia coronarica fatale, specialmente mangiandolo almeno una volta alla settimana.

Noci e semi di lino

È inoltre possibile ottenere gli acidi grassi omega-3 dalle noci e dai semi di lino. Questi alimenti contengono un acido grasso omega-3 chiamato acido linolenico alfa, o ALA, che può abbassare il colesterolo e trigliceridi totali. Aggiungere noci e semi di lino ai vostri cereali, pane, insalate, antipasti, piatti e dessert, mangiare una manciata di noci come uno spuntino tra i pasti.

Olio d’oliva

L’olio d’oliva è una ricca fonte di grassi monoinsaturi, un grasso sano che il tuo corpo ha bisogno per produrre e mantenere membrane cellulari, ormoni e altre molecole importanti. L’olio extra vergine d’oliva può abbassare il colesterolo totale, il colesterolo LDL o il cattivo, ei trigliceridi. Contribuisce anche ad aumentare il HDL, il “buon” colesterolo. La Clinica Mayo consiglia 2 cucchiai. Di olio d’oliva al giorno, aggiungerlo alle vostre insalate, verdure, salse e altri alimenti. La ricerca pubblicata in “Cardiologia clinica” nel 2007 ha scoperto che l’olio d’oliva può ridurre il rischio di malattia coronarica del 47%.

Alimenti ad alta fibra

Gli alimenti con elevate quantità di fibre solubili, come farina d’avena, fagioli, mele e semi di psyllium, possono abbassare il colesterolo LDL. La fibra solubile può ridurre l’assorbimento del colesterolo nel flusso sanguigno. Per ogni 10 g di fibra dietetica che consumi ogni giorno, è possibile ridurre 12,5 mg per dL di colesterolo nel sangue, secondo la ricerca pubblicata nel “Journal of Nutritional Science” nel 2006.